Torna al Piano

Biodiv’Connect, Proteggere le specie e gli ecosistemi attraverso connettività ecologiche transalpine dinamiche e innovative

Status
in corso
Tematica
Biodiversità
Data di inizio attività
26/09/2019

Localizzazione
Alpi dell’Alta Provenza, Auvergne Rhône-Alpes, Cuneo, Alta Savoia, Hautes-Alpes, Imperia, Liguria, Savoia, Torino, Valle d’Aosta

Sommario

Il massiccio delle Alpi occidentali è uno spazio biogeografico transfrontaliero estremamente vulnerabile alle notevoli sfide poste dai cambiamenti globali (cambiamenti climatici, frammentazione degli ambienti, antropizzazione urbana...) e dai processi rapidi e profondi di erosione della biodiversità e degli ecosistemi. Queste sfide trascendono le frontiere e richiedono una stretta cooperazione tra gli attori italiani e francesi al fine di sviluppare soluzioni comuni per farvi fronte.

Il progetto franco-italiano BIODIV’CONNECT ha l’obiettivo di proteggere le specie e gli ecosistemi attraverso la preservazione e il ripristino delle connessioni (o continuità) ecologiche alpine.

La buona funzionalità di queste continuità ecologiche, di portata geografica sufficiente, è, in effetti, indispensabile alla preservazione e al miglioramento degli habitat e delle specie. La mobilità della fauna, della flora, l’amalgama genetica delle popolazioni, ecc. constituiscono fattori di resilienza e di adattamento in un contesto di cambiamenti climatici.

La zona ALCOTRA costituisce pertanto una scala biogeografica pertinente.

Coinvolgendo le 5 Regioni di questa zona e gli attori territoriali di ciascuna di esse, il progetto prevede attività di condivisione e di miglioramento delle conoscenze e delle buone pratiche. Esso mira inoltre ad avviare azioni operative, di portata regionale o più locale, in favore dell’acquisizione di conoscenze (caratterizzazione, mappatura...) e del ripristino di continuità ecologiche su zone identificate di interesse transfrontaliero.

Il progetto permette quindi ai partners di dotarsi di strumenti metodologici e strategici omogenei e condivisi a livello del territorio transfrontaliero e propone   una prospettiva di una strategia transfrontaliera per la preservazione delle continuità ecologiche a livello delle Alpi occidentali.

Beneficiari


Capofila

Région Auvergne-Rhône Alpes

Altri beneficiari

Région Sud Provence-Alpes Côte d’Azur
ASTERS-CEN 74
Région Piémont
Région Ligurie
Région Autonome Vallée d'Aoste
Agence régionale pour la protection de l'environnement Ligurie (ARPAL)

Visita il sito internet

https://www.maregionsud.fr/biodivalp

Contatta il responsabile del progetto

Région Auvergne Rhône-Alpes

Cifre chiave:

 

Budget totale

Budget FESR

Contropartite

ITALIA 939 850,54 798 872,96 140 977,58
FRANCIA 940 960,50 799 816,43 141 144,08
TOTALE 1 880 811,04 € 1 598 689,38 282 121,66

Attività, Impatti e Risultati: 

Il progetto BIODIV’CONNECT  mira a prefigurare una strategia comune di preservazione e di ripristino di connessioni ecologiche transalpine come ambito transfrontaliero futuro di interventi, per proteggere e valorizzare la biodiversità e gli ecosistemi.

Le principali attività del progetto sono le seguenti:

  • Fare il punto sullo stato delle conoscenze sulla continuità ecologica e sulle modalità della loro integrazione nelle politiche pubbliche e negli strumenti di pianificazione nelle varie regioni della zona ALCOTRA per individuare le priorità d’intervento;
  • A seguito dell'individuazione di tali priorità, condividere delle buone pratiche, realizzare studi di caso sul campo, scambiare metodi di individuazione e di caratterizzazione delle continuità ecologiche e migliorare la conoscenza delle zone di continuità prioritarie;
  • Realizzare lavori di preservazione e di ripristino della continuità ecologica;
  • Sulla base dell’insieme di queste attività, prefigurare una strategia transfrontaliera di preservazione e di ripristino delle connettività ecologiche garante di un buon funzionamento degli ecosistemi a lungo termine a livello del territorio ALCOTRA (raccomandazioni tecniche e strategiche).

Tra i lavori di preservazione e ripristino delle continuità ecologiche che sono condotti nell’ambito del progetto, si possono citare:  

  • La neutralizzazione delle linee elettriche ad alta tensione per ripristinare la trama aerea;
  • La riconnessione di una torbiera al torrente contiguo per migliorarne il funzionamento ecologico;
  • La realizzazione di un rospo dotto per facilitare lo spostamento degli anfibi.