Riunione annuale dei programmi INTERREG, Autorità di gestione e Segretariati Congiunti a Bucarest, 22 e 23 maggio 2019

pubblicato 27.05.2019

INTERREG V A Italia-Francia ALCOTRA è presente!

L'incontro annuale dei programmi Interreg 2019, organizzato dalla Direzione Generale per le Politiche regionali e urbane della Commissione europea, insieme alla presidenza rumena del Consiglio dell'Unione Europea, si è tenuto la scorsa settimana a Bucarest.

Ogni programma Interreg ha potuto inviare fino a 4 partecipanti. Il programma Interreg V-A Italia-Francia è stato rappresentato da Véronique VEYRAT, responsabile del servizio ALCOTRA e Roberta FUSCO, referente monitoraggio finanziario e valutazione di ALCOTRA.

Conformemente all'articolo 51 del regolamento (UE) n. 1303/2013, la riunione è una delle opportunità annuali di revisione dell'attuazione dei Programmi. È il più grande evento del calendario Interreg che riunisce le autorità di gestione e i segretariati congiunti di tutti i programmi Interreg per discutere le sfide e le opportunità della cooperazione con la Commissione europea.

L'incontro iniziato la mattina del 22 maggio 2019 con una sessione plenaria sul futuro periodo di programmazione 2021-2027 è stato seguito da tre seminari paralleli sulla dimensione territoriale transfrontaliera dei programmi Interreg e la cooperazione sulle frontiere esterne. Nel pomeriggio le referenti del Programma ALCOTRA hanno partecipato alla visita al progetto transfrontaliero, da 6 mil. euro del programma Interreg V-A Romania-Bulgaria,  JEROME che mira ad aiutare a salvare vite umane in questa zona di confine ad alto rischio di radiazioni chimiche, biologiche, radiologiche e nucleari (CBRN). Le unità di intervento rumene e bulgare sono state dotate di identiche apparecchiature mobili di rilevamento, nonché di strumenti per un rapido ed efficiente contenimento dei rischi. L'interoperabilità a tutti i livelli è garantita su entrambi i lati del confine. È stato avviato un laboratorio forense ambientale regionale che funge da organismo di supporto analitico per la certificazione dello stato della regione (RENFLAB).

Con le elezioni del Parlamento europeo che sono iniziate il 23 maggio 2019, la mattinata è stata avviata con un discorso programmatico sulle sfide dell'Unione Europea. Inoltre, un’attenzione particolare è stata dedicata all'esercizio di quest'anno relativo alla valutazione delle prestazioni e ad una sessione plenaria interattiva sulla comunicazione e la capitalizzazione.

In conclusione, negli ultimi 29 anni, l'Unione europea ha investito nella cooperazione territoriale europea attraverso Interreg, uno strumento finanziario per lo sviluppo regionale transfrontaliero, che nonostante la sua limitata dotazione finanziaria, ha dimostrato un reale valore aggiunto per l'Unione europea. Durante queste due giornate, si è quindi affermato, ancora una volta, il ruolo fondamentale della cooperazione territoriale per la costruzione di uno spazio europeo comune e come pietra angolare del processo di integrazione europea.

Il Palazzo del Parlamento di Bucarest è stato quindi la fantastica cornice di due giorni pieni di avvincenti discussioni sia sul presente che sul futuro in un momento in cui i negoziati del quadro giuridico sulla politica di coesione stanno compiendo buoni progressi.